Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Giscover: scopri il tuo viaggio

A volte la somma di “esperienza personale” e “esigenza specifica” si combina con l’intuizione. Ed è così che nascono grandi idee e progetti di valore.

Ne sa qualcosa Massimo Nicolodi, un informatico trentino appassionato di ciclismo e di montagna che ho avuto il piacere di ascoltare al BlogFest di Riva del Garda (12-14 settembre 2008).

Le tappe di questa vicenda sono molto semplici, e le elenco in ordine cronologico…

  1. escono i primi GPS (Global Positioning System, come il Tom Tom)
  2. Massimo Nicolodi comincia a rilevare i percorsi da lui fatti a piedi e in bicicletta attraverso il GPS
  3. gli si accende la lampadina “tanti GPS – tante persone col GPS – tanti percorsi da rilevare”
  4. gli frulla in testa “Social Network… Social Network…”
  5. fonda Giscover.

Giscover è un portale in cui gli utenti registrati possono, gratuitamente, caricare i loro percorsi e scaricare quelli di altri. Vi ricordate i “turisti fai-da-te” della pubblicità? Ebbene, il valore aggiunto di Giscover sta proprio nella persona: ogni utente correda i propri tour di foto, video, suggerimenti e consigli, e può vedere quelli degli altri.

Ad oggi ci sono oltre 4.000 tour di tutto il mondo suddivisi in categorie. Si va dal classico viaggio in auto alla canoa, dal ciclismo al fuoristrada, dal safari al trekking. Una volta scelta la categoria, compare una lista di percorsi con i dati essenziali (lunghezza in km, dislivello, breve descrizione). Una finestra multimedia permette di visualizzare foto e video caricati dall’utente direttamente su Giscover o su flickr e youtube.

giscover

Per ora l’Italia è il paese con il maggior numero di itinerari, ma non mancano destinazioni esotiche e lontane (Australia, Bolivia, India, Namibia, Stati Uniti…). Si può navigare il tour per il cammino a piedi a Santiago de Compostela, il “giro delle Dolomiti”, un percorso di trekking in Azerbaijan, l’itinerario in macchina verso i parchi americani…

giscover mappa.jpg

Il dettaglio del percorso mostra l’itinerario in 4 versioni: mappa, satellitare, ibrida e terreno (3D).

La traccia del percorso è scaricabile in diversi formati, in base alle esigenze dell’utente e al suo dispositivo (ad esempio GPX per un dispositivo GPS ma anche KML e KMZ per Google Earth). Una volta scaricato, il tour può essere direttamente inviato al GPS tramite il software CompeGPSLAND o a quello in dotazione col dispositivo.

Uno degli aspetti più interessanti di Giscover riguarda le sue potenziali applicazioni business.

Ad oggi, riguardano principalmente sport (come adamellobike.com) e turismo (come Turismo Padova). Ma Giscover ha in cantiere diversi progetti: uno dei più importanti riguarda il trasporto pubblico regionale, mentre è già avviata la collaborazione con un’agenzia leader in Europa nel settore delle prenotazioni alberghiere online e con un portale dedicato al “viaggiare giovani”.

Ma potrebbe esserci molto altro ancora: il team di Giscover è aperto a nuove partnership.

E ora non mi resta che augurarvi buon viaggio: Giscover your way.

Pubblicato su Intranetlife il 18 settembre 2008

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)