Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Democrazia 3.0 e migliore informazione: il ruolo dei blog

Questo post ruota intorno a Blog generation, una delle mie letture per l’estate. Lo so, il libro è del 2005, e questo non sarà certo il primo articolo a proposito, ma questo testo rimane comunque un punto di riferimento importante per lo studio dei cosiddetti “nuovi media” (tant’è che è inserito in molte bibliografie d’esame).

Giuseppe Granieri, indiscusso guru del web, spiega come lo sviluppo di internet, e dei blog in particolare, abbia influenzato la nostra società. Infatti, si tratta di un saggio sociologico, ma non vi aspettate un mattone: tutt’altro.

Giuseppe combina la sua grande esperienza di blogger (dai un’occhiata al suo “Blog Notes“) con una prospettiva più ampia. Il risultato, per chi come me si interessa al mondo dell’informazione, ma che per l’età ha vissuto l’evoluzione del fenomeno solo sui libri, è un racconto ricco di dettagli e sfaccettature, inaspettatamente molto piacevole e soprattutto chiaro. Lo stile è semplice e diretto.

Innanzitutto troviamo una doverosa ricostruzione del percorso evolutivo di internet, della blogosfera e del blog, e di come questo sia diventato uno strumento quotidiano e indispensabile per sempre più persone; poi, troviamo un’analisi del comportamento di questi utenti: riadattando la metafora della “colonia di formiche”, di Marco Dorigo, il saggio sostiene che l’azione è guidata dall’interesse e che si tende a risalire la corrente dei link fino alla fonte dell’informazione.

Ma, in sostanza, qual è il contributo che hanno dato i blog alla società? Giuseppe individua due fondamentali aree d’influenza: la politica e l’informazione. Il costante monitoraggio dell’attività di giornalisti e politici, la possibilità di denunciare mezze verità e di portare alla luce notizie nascoste ha portato progressivamente a:

  • una migliore informazione
  • più occhio critico nel lettore
  • un dibattito politico più partecipato
  • un’estensione della democrazia

Il saggio viene completato da numerosi esempi e link e viene reso più scorrevole e leggero da passaggi autobiografici. Come non sorridere davanti al racconto dell’assedio quotidiano che il blogger subisce la mattina al bar, o delle sue discussioni per convincere qualcuno che non sempre la televisione dice la verità? E, soprattutto, come non ripensare con un pizzico di nostalgia a quando ci si affidava a un modem antidiluviano per navigare, e si aspettava un quarto d’ora per visualizzare (con somma soddisfazione) una singola pagina di testo?

Un consiglio? Suggerisci questo libro a chi è ancora convinto che la blogosfera sia un crogiolo di diari on line di adolescenti e megalomani. Chissà…

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)