Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Dall’ufficio senza carta a quello senza hardware (o quasi)

L’uso massiccio del computer e di Internet ha cambiato radicalmente il modo di lavorare in ufficio. Fin qui niente di nuovo.

Ma se fino a poco tempo fa, specialmente nelle amministrazioni pubbliche, il modello da raggiungere era paperless, la tendenza ora è di ridurre l’hardware.

La diffusione delle reti locali, e ancor più di quelle wireless, i costi di acquisto e manutenzione degli apparecchi hanno reso controproducente fornire specifiche periferiche per ogni singolo computer.

Chi di voi ha ancora la stampante personale o quanti piuttosto hanno quella di rete? E così pure per fax, scanner e così via. Esiste una sola periferica per un gruppo di macchine: economico, ecofriendly, con meno problemi d’installazione.

Ci sono realtà dove questa logica si spinge oltre: a volte la necessità di flessibilità (di organico, di risorse, di output, …) è molto alta. A questo scopo MiniFrame si è inventato SoftXpand, un programma che consente di trasformare un normale computer in otto posizioni di lavoro indipendenti tra loro. Certo, bisogna dotarsi di monitor, mouse e tastiera per ogni utente attivo. Ma per il resto ogni software, periferica e profilo installato nel computer principale è accessibile dalle singole postazioni.

Il risparmio economico è evidente, anche pensando ai costi delle licenze software, ed è soprattutto una soluzione vantaggiosa per le piccole aziende, che possono fornire una dotazione più che adeguata ai propri collaboratori senza fare necessariamente grossi investimenti.

Capita poi di dover collaborare a distanza, o di non avere sempre a disposizione il proprio pc, o una penna usb abbastanza capiente. Diciamocelo, girare con un hard disk esterno non è sempre piacevole. Una soluzione può essere servirsi di un disco remoto: uno spazio riservato on line dove archiviare documenti, presentazioni, video, bozze.

Forse il tuo gestore di posta elettronica già ti offre questo servizio – Google e Virgilio lo fanno, oppure puoi provare Elastic Drive o NetSave. Con Wuala Beta, ad esempio, hai 50 GB di spazio per archiviare o condividere i tuoi progetti. Questo servizio, come MiniFrame, è stato premiato tra i 100 migliori progetti europei dal Red Herring 2009.

Vuoi ancora più flessibilità? Prova Google Docs, la suite di applicazioni gratuite, del tutto simile a Microsoft Office, che ti permette di creare, modificare, condividere e archiviare le tue presentazioni, fogli di lavoro e documenti di testo, senza alcuna installazione, completamente on line. Naturalmente, per usare questo pacchetto è necessario registrare un account Google, ma probabilmente ce l’hai già.

Chissà, magari fra un anno ci chiederemo come sarà l’ufficio senza software…

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)