Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
4
Soluzioni on the cloud per l’enterprise 2.0

Nel corso degli ultimi anni, le applicazioni web che usiamo per gestire dalle foto all’agenda, dalle chiacchierate online con gli amici alla lettura delle news, sono diventate piacevoli, divertenti e molto semplici da usare; in gran parte ciò è dovuto all’influsso dei social network e a come la progettazione delle interfacce si è evoluta per assicurare esperienze d’uso intriganti anche su smartphone e tablet pc.

Nel frattempo, il software utilizzato per lavoro è rimasto indietro, con interfacce datate, scarsa usabilità e una esperienza d’uso poco emozionante. In alcuni casi, piuttosto che impegnare risorse nel “webbizzare” vecchie applicazioni, aggiungendo qua e là qualche funzione in stile 2.0, può convenire intraprendere il percorso verso l’enterprise 2.0 adottando soluzioni on the cloud, che eliminano i problemi legati alla gestione dell’hardware e del software e hanno parecchi vantaggi.

Box.net per la gestione dei documenti

Prendiamo ad esempio la gestione dei documenti: archiviazione, condivisione, collaborazione. La soluzione tradizionale è: cartelle condivise sul server, mail con allegati, reply all con commenti – costi organizzativi enormi. Una soluzione più evoluta è implementare un proprio ambiente di condivisione documenti – costi organizzativi e tecnologici importanti. Una soluzione innovativa è affidarsi a un servizio “on the cloud” – costi tecnologici abbattuti, costi organizzativi sostenibili, tempi di implementazione ridotti.

Uno dei player più importanti in questo spazio è Box.net, che ho sperimentato tra novembre e dicembre dello scorso anno per un progetto intranet (presto il case study). Per chi non lo conoscesse, Box.net è un servizio cloud-based per la condivisione dei documenti e la collaborazione; nato cinque anni fa, è attualmente utilizzato da 10.000 aziende.

Sicurezza e profili autorizzativi

Il punto di forza di Box.net è senza dubbio la gestione della sicurezza e dei profili autorizzativi, oltre alla grande facilità d’uso.

box-folder-discussions
E’ di pochi giorni fa il rilascio della versione 5 le cui caratteristiche salienti sono l’adozione di HTML5, un’interfaccia più semplice, l’adozione di alcune modalità di visualizzazione tipiche dei social network, e in particolare di Facebook: una nuova interfaccia per le discussioni e le notifiche in tempo reale, come da tempo ci hanno abituato Twitter e altri social network, disponibili anche nelle app mobile.

Il nuovo software è disponibile per tutti gli attuali 5 milioni di utenti Box, ha detto il CEO Aaron Levie, sottolineando che i sistemi legacy attuali – “come SharePoint” – con i loro lunghi cicli di prodotto diventeranno sempre più sgraditi ai manager IT. “Guarda”, ha detto Levie “Microsoft sta già lavorando su versioni del prodotto che non vedrete per almeno un paio di anni. Sono cicli lenti” (dall’intervista che trovi più sotto).

Il cloud computing

Secondo Levie l’avvento del cloud computing sta rendendo molto più facile per aziende come Box.net creare applicazioni aziendali che assomigliano più a strumenti di consumo che non alle tradizionali applicazioni legacy.

“E’ in atto una rivoluzione”, ha detto Levie. “Le persone portano in ufficio per lavorare il proprio software”. Ciò significa, ha aggiunto, la necessità di soddisfare le esigenze di sicurezza informatica dei dati e soluzioni di integrazione e controllo più avanzate. “L’unico modo per vendere soluzioni enterprise è farlo con strumenti che abbiano un senso per l’utente finale”.

Il mercato italiano

Queste ultime considerazioni sono senza dubbio interessanti ma forse troppo avanzate per il mercato nostrano, dove spesso e volentieri l’accesso al web è controllato e limitato ad alcuni siti, non esiste un’industria del software e dove la cultura web media è molto bassa.

Per saperne di più, ascolta l’intervista di Robert Scoble a Aaron Levie.

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Comments 4

  1. Grazie Roberto, che differenze di funzionalità ci sono con Dropbox? Un saluto

    Rispondi
  2. Ciao Giacomo, diciamo che Dropbox è un file manager online mentre Box.net se avesse funzionalità di gestione contenuti sarebbe una piattaforma intranet.
    Al di là di queste semplificazioni, le differenze funzionali a favore di Box sono enormi: gestione utenti, gestione collaboratori esterni sul singolo documento, profili, mini workflow, commenti e discussioni.
    A breve pubblicherò un doc su slideshare.
    Roberto

    Rispondi

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)