Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
2
[Caso Studio] Foursquare come sistema di voto al Fuorisalone 2012

Il Fuorisalone è, da diversi anni, un evento di grande richiamo in Italia e all’Estero: un’occasione per moltissimi Brand di mettere in mostra i propri prodotti e servizi all’interno di allestimenti diventati oramai vere e proprie installazioni artistiche. E’ anche l’occasione per moltissime persone di tirare tardi passando di aperitivo in aperitivo, partecipare a eventi che vedono la presenza di star internazionali, vedere gente, fotografare e farsi fotografare.

Il Fuori Salone è un evento dentro l’evento che quest’anno si è arricchito di una nuova iniziativa, tutta geolocal, basata su Foursquare: Vota lo Stand.

Tre ragazze che studiano all’ISIA di Firenze, Elisa, Marta e Francesca – ovvero l’ordine, la sistematicità e il caos, come amano definirsi – ci hanno commissionato una particolare iniziativa basata su Foursquare.

L’idea è semplice: votare gli stand del Fuori Salone 2012 tramite un check-in su Foursquare.

Studentesse di Design, hanno fatto poca fatica a disegnare un bel logo e a darci le indicazioni per la realizzazione del sito web che raccoglie i risultati delle votazioni; noi, che conosciamo bene Foursquare e le sue API, e forti del servizio 4sqmap.it che abbiamo già utilizzato in diversi progetti ed eventi, ci abbiamo messo poco a mettere in piedi questo sito: www.tortorate.it.

Il meccanismo studiato da Marta e compagne è molto semplice; quando una persona visita gli stand del Fuori Salone può imbattersi in allestimenti di suo gradimento e in allestimenti che proprio non gli piacciono: un check-in presso lo stand con se lo stand gli è piaciuto, nel caso contrario, e il gioco è fatto.

4sqmap.it raccoglie con una frequenza definita i check-in fatti presso i 90 stand, conta i voti positivi e i voti negativi, aggiorna la mappa e la classifica online. I risultati sono online sul sito di TortoRate; i numeri, pur in rapida crescita rispetto in questi ultimi 12 mesi, ancora non sono molto alti (561 check-in e 76 voti validi) e confermano evidenze emerse già con le prime sperimentazioni al Vinitaly e alla Notte Rosa:

  1. la promozione di queste iniziative deve partire molto presto rispetto alla data dell’evento e deve essere integrata su più canali
  2. l’azione del check-in non è ancora un’azione semplice come quella di fare un tweet; infatti la successione di “click” prima di arrivare a fare il check-in è lunga (elenco posti, scelta del posto, scrittura del messaggio, check-in) se paragonata al tweet (scrittura del messaggio, invio)
  3. il concetto stesso del check-in non è ancora entrato nel linguaggio e nella pratica comune; il check-in non “si spiega” da solo e deve aumentare lo sforzo di comunicazione e lo studio di strumenti che semplificano l’azione, ad esempio mediante QrCode.

Ora, terminato TortoRate, è interessante immaginare a quanti altri casi si potrebbe estendere questo meccanismo di votazione; per esempio, visto che siamo in dirittura di arrivo con le elezioni amministrative in 1.014 comuni italiani, cosa ne dite di un check-in ai manifesti elettorali per sondaggi pre-elettorali?

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)