Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Regent Street si veste di Beacon

Regent Street, tra Piccadilly e Oxford Circus nel cuore di West London, famosa per la sua eleganza e per i suoi storici negozi, punta sulla tecnologia Beacon per il rilancio dello shopping.

Il rilancio dello shopping

La Crown Estate, proprietaria di quasi tutta Regent Street, ha introdotto nel 2002 un programma di rilancio commerciale di una delle strade dello shopping più famose di Londra, per un valore complessivo pari a 1 miliardo di sterline. Il programma, tuttora in corso, vuole garantire ai tanti turisti che percorrono i 2 km di strada tra grandi marchi e importanti architetture, un’esperienza di shopping innovativa, offrendo servizi commerciali e strutture di altissima qualità e suscitando allo stesso tempo l’interesse di importanti marchi a livello internazionale, attratti dalla possibilità di essere ospitati in uno degli edifici storici di Regent Street.

Content Marketing via Beacon

Nel programma di investimenti, la Crown Estate ha previsto l’introduzione di un’App che sfrutta la tecnologia Beacon per notificare sugli smartphone degli acquirenti (che hanno già scaricato gratuitamente l’App) promozioni, contenuti speciali, offerte personalizzate mentre camminano in prossimità di negozi o ristoranti, con l’obiettivo di invogliarli a entrare.

Ogni brand installa all’interno del proprio negozio i dispositivi Beacon e definisce una propria strategia di Content Marketing delivery, con l’obiettivo di offrire ai visitatori informazioni che possano convincerli a diventare loro clienti al passaggio in prossimità del negozio. Ad oggi, sono circa 100 i marchi che hanno aderito all’iniziativa di rilancio commerciale attraverso questo location-based service, tra cui Anthropologie, Armani Exchange and Cos, Hackett, Hamleys e Karl Lagerfeld.

Secondo David Shaw, direttore di Crown Estate, il futuro del retail è nel Mobile Advertising. Shaw vede la tecnologia Beacon come lo strumento per integrare l’online e l’offline, per aprire il commercio al dettaglio ai servizi basati sul Mobile Marketing, avvicinandolo al consumatore attraverso gli smartphone e veicolando informazioni che garantiscano agli utenti un’esperienza commerciale unica.

Come funziona l’App

regent_street_app

I dispositivi Beacon (o radiofari) sono collegati con l’App della Crown Estate e inviano notifiche sugli smartphone dei passanti tramite Bluetooth, raccogliendo e memorizzando i dati in modo che l’App possa selezionare e inviare solo i contenuti più adatti all’utente che in quel momento sta passando per uno specifico negozio.

L’applicazione è in grado di fornire informazioni praticamente su tutto: dai nuovi prodotti ai prossimi eventi, a offerte attive e disponibili solo per coloro che sono in strada in quello specifico momento. Memorizzando i dati dell’utente, l’App riesce a costruire un profilo per ciascuna persona, in modo che il contenuto ricevuto diventi un contenuto “su misura”.

L’obiettivo della Crown Estate è aiutare i consumatori nella scelta dei negozi: grazie all’App, potranno pianificare lo shopping a Regent Street in base alle offerte e alle informazioni che riceveranno sui loro smartphone. Paul Lorraine, UK general manager di Longchamp, che partecipa al progetto, ha dichiarato: “Il successo nella vendita al dettaglio nel XXI secolo è fortemente legato a quanto si è in grado di coinvolgere il cliente in-store passando per l’online”.

Il futuro del Marketing è Geo-Mobile

Che i Location-based service ci stessero cambiando la vita ce ne eravamo accorti già qualche anno fa, ma il mondo del retail ne era stato coinvolto solo in parte.

In base alla ricerca di xadMobile Path to Purchase“, condotta da Nielsen nei primi mesi del 2014, gli utenti, a prescindere da dove si trovino, ritengono che l’uso dello smartphone rispetto al computer sia più pratico e li guidi più facilmente negli acquisti. Si registra quindi un aumento del tempo trascorso su Internet da mobile per fare acquisti rispetto a quello trascorso da desktop, confermando la necessità, per chi fa marketing e commercio al dettaglio, di entrare a contatto più direttamente con i propri clienti, o futuri tali, stabilendo una relazione basata sull’hic et nunc.

Secondo la ricerca, le campagne di promozione e di advertising dovranno sfruttare sempre più il geo-targeting via mobile, cioè quella strategia che consente di inviare informazioni e promozioni mirate sulla base dei dati relativi all’ubicazione precisa del consumatore.

I Beacon si inseriscono in questa strategia di marketing come uno strumento applicativo e il caso Regent Street segna una pietra miliare. Chissà che non venga rinominata Beacon Street!

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)