Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Content Marketing: 17 cose da fare per avere risultati

Social network e Content marketing, ovvero relazioni e contenuti: scriviamo post sui nostri blog e li condividiamo nei principali social network per ottenere attenzione e considerazione, per generare nuove relazioni, per elevare la nostra posizione di “esperti” e per generare lead. Si stima che ogni minuto gli utenti WordPress pubblicano 347 post, gli utenti Facebook 684.478 condivisioni e gli utenti Instagram 3.600 nuove foto (altri numeri della conversazione globale sono in questa infografica di Domo).

In questo contesto non è immediato che un nostro post raggiunga un numero di letture e di condivisioni soddisfacente in relazione ai nostri obiettivi e alle nostre aspettative: occorre tempo, costanza, un po’ di fortuna ma soprattutto… metodo.

La conversazione globale vede impegnati milioni di blogger e autori di contenuti online, siti brand e magazine digitali in tutto il mondo a condividere conoscenza tutti i giorni, 24 ore al giorno. Ecco allora 17 punti cui prestare attenzione quando ci si appresta a intraprendere un proprio percorso editoriale finalizzato a ottenere risultati positivi per il nostro personal branding e per le nostre attività imprenditoriali. E’ una lista certamente non esaustiva, ma è un buon punto di partenza perché comprende azioni strategiche e metodologiche, questioni tecniche e accortezze tattiche.

  1. Definire la nicchia alla quale ti vuoi rivolgere (interessante la serie di Copyblogger su come definire una propria audience, a iniziare da questo su Agile Content Marketing)
  2. Creare un feed RSS su feedburner.google.com (caduto un po’ in disuso, l’RSS – grazie a soluzioni come Feedly e Flipboard – ha trovato un suo nuovo spazio e completa in maniera ottimale il lavoro che fanno altri servizi di Content Discovery)
  3. Impostare la Google Authorship, linkando il contenuto al profilo Google+ (per sapere come impostare l’authorship leggi questo post di Salvatore Russo; attenzione però, perché l’authorship è in declino, come spiega Andrea Pernici – precisazione doverosa: è in corso una progressiva riduzione della visualizzazione di rich snippet nei risultati delle ricerche, per cui anche se è necessario provvedere a tutte le questioni tecniche, non si avrà più la certezza di vedere il proprio profilo autore)
  4. Inserire l’iscrizione alla newsletter nella parte alta delle pagine del blog (ad esempio con ManyContacts o altri plugin WordPress)
  5. Rendere visibili i pulsanti per la condivisione su ogni post (per WordPress puoi usare Flares, anche se ormai è stra-usato in tantissimi blog, oppure Ultimate Social Deux, come in questo sito)
  6. Costruire i propri network anche seguendo altri blogger / autori (per trovarli puoi usare Twtrland)
  7. Creare relazioni con i follower anche condividendo e commentando i loro post (e qui torna utile Feedly nel quale avrai inserito i loro feed RSS)
  8. Creare contenuti specifici per le persone con cui ti interessa avviare relazioni
  9. Ottimizzare il contenuto con le giuste parole chiave 
  10. Creare titoli che catturano l’interesse (ci sono molti articoli su questo argomento, per esempio su Copyblogger)
  11. Inserire le parole chiave anche nel tag Alt delle immagini (leggi Alessio Pomaro su SEO: come ottimizzare le immagini)
  12. Creare schemi semplici da leggere che illustrano il contenuto che stai proponendo (qui sono elencati  7 Siti Web per Creare Infografiche Professionali)
  13. Pubblicare slide e infografiche su Slideshare o siti analoghi
  14. Programmare le condivisioni sui social network quando i tuoi “clienti” sono online (per sapere qual è l’orario migliore in cui schedulare i tweet, puoi usare uno dei tool elencati in questo articolo su Mashable)
  15. Re-twittare il post più volte nel giorno della pubblicazione e anche durante la settimana
  16. Ri-condividere il post usando differenti punti di vista sul contenuto (utilissimo Coschedule il Social Media Editorial Calendar per WordPress che consente le condivisioni dentro WordPress anche durante la stesura dell’articolo)
  17. Scrivere anche su siti conosciuti e rilevanti per la tua audience.

Che dire? C’è di che stare occupati tutta l’estate per mettere (o ri-mettere) in fila tutte le cose…!

17 Key Tactics to get your content seen and generate leads
Courtesy of: Crackerjack Scribe
Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)