Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Mobile-friendly e siti web: come cambia il posizionamento

Il 21 aprile Google aggiornerà l’algoritmo che determina il posizionamento dei risultati di ricerca mobile con un nuovo fattore di ranking, il mobile-friendly.

L’aggiornamento avrà come effetto quello di premiare i contenuti ottimizzati per il mobile (cioè i contenuti di siti responsive o m-site, che garantiscono una navigazione da mobile attenta all’esperienza lato utente), e penalizzando quelli non ottimizzati.

Aria di novità

La prima novità per la Serp da mobile è stata annunciata a novembre 2014, quando Google ha introdotto l’etichetta mobile-friendly nei risultati di ricerca da smartphone e tablet.

L’etichetta mobile-friendly informa l’utente che il contenuto restituito dal motore di ricerca, a fronte di una certa query, è ottimizzato per il mobile. Informazione molto preziosa per l’utente, che è più invogliato a consultare quel contenuto, piuttosto che uno senza l’etichetta.

Risultati mobile friendly - mimulus

A febbraio 2015, Google annuncia ufficialmente dal suo blog che a partire dal 21 aprile 2015:

we will be expanding our use of mobile-friendliness as a ranking signal. This change will affect mobile searches in all languages worldwide and will have a significant impact in our search results. Consequently, users will find it easier to get relevant, high quality search results that are optimized for their devices.

A marzo 2014 all’SMX West, Gary Illyes integra l’annuncio ufficiale di febbraio con altre due informazioni interessanti:

  1.  l’algoritmo funziona in tempo reale. Questo significa che non appena aggiorniamo il nostro sito in ottica mobile e lo spider di Google passa sul sito, “registrando” l’aggiornamento, sulla Serp da smartphone e tablet comparirà l’etichetta mobile-friendly ;
  2. il nuovo fattore di ranking per il mobile funzionerà sulla singola pagina di un sito. Inizialmente Google non aveva specificato se l’algoritmo avrebbe avuto un funzionamento site-wide o page-by-pageGay Illyes chiarisce che se su 10 pagine, 5 sono ottimizzate e 5 non lo sono, beneficeranno dell’etichetta mobile-friendly solo le 5 ottimizzate.

Come cambia la mobile Search

L’annuncio di febbraio di Google è una novità già a cominciare dal fatto che Google abbia indicato un giorno preciso, il 21 aprile, come data d’inizio dell’effetto dell’aggiornamento algoritmico, aggiornamento che riguarderà in via esclusiva la ricerche da mobile.

Nell’annuncio, infatti, non si parla di ripercussioni sulle ricerche fatte da desktop, che a quanto pare non verranno influenzate. Questo potrebbe far sorgere la domanda: vedremo risultati diversi nelle ricerche fatte da desktop rispetto a quelle da mobile? (Probabilmente sì!)

Il secondo punto interessante dell’annuncio è che l’aggiornamento avrà ripercussioni su scala mondiale e in tutte le lingue, a differenza di quanto di solito accade con gli aggiornamenti degli algortimi di Google, attivati a macchia di leopardo partendo dagli Stati Uniti, per poi diffondersi negli altri paesi.

Terzo punto da sottolineare è che l’aggiornamento avrà un impatto significativo sulle ricerche da mobile: ci dobbiamo aspettare che, a partire dal 21 aprile, probabilmente ci verranno mostrati solo risultati con l’etichetta mobile-friendly, a totale discapito di quelli non ottimizzati.

Rendere un sito mobile-friendly

Il largo anticipo dell’annuncio di Google sembrerebbe in linea con le sue (almeno apparenti) buone intenzioni di andare incontro a tutti quei siti non ancora mobile-friendly.

A tal fine, Google ha messo online un intero sito (tradotto anche in italiano) suddiviso in sezioni pensate per spiegare nel dettaglio come ottimizzare un sito in ottica mobile: Siti Web ottimizzati per i dispositivi mobile.

Guida Google Sito Mobile - mimulus

Il primo strumento utile del sito è il Test per valutare l’ottimizzazione di una pagina.

Sottoponendo una url, il Test fornisce il suo stato in termini di ottimizzazione lato mobile, come Googlebot visualizza la pagina e una guida dettagliata su come ottimizzare siti costruiti con un CMS.

Esempio pagina ottimizzata:

Test di compatibilità con dispositivi mobile - mimulus

Pagina ottimizzata per dispositivi mobile

 Esempio pagina non ottimizzata:

Test compatibilità Google - mimulus

Pagina non ottimizzata per dispositivi mobile

Nella Guida dedicata a WordPress, sono fornite tutta una serie di informazioni molto utili per ottimizzare i siti costruiti con WordPress.

E a proposito di siti in WordPress non ottimizzati per il mobile: occhio al file robots.txt!

Perché ottimizzare per il mobile

Sono i dati a parlare: in Italia, secondo i dati Audiweb, relativi alla total digital audience, gli italiani che accedono a Internet da mobile sono quasi 17,6 milioni al giorno (il 40,5% degli italiani con un’età compresa tra i 18 e i 74 anni), a fronte dei 12,5 milioni di utenti (il 23,3% degli italiani, dai 2 anni in su) che accedono da PC.

E il trend è in crescita: si notino le differenza tra dicembre 2014 e gennaio 2015.

Audiweb: italiani online dicembre 2014 - mimulus

Dati Audiweb: dicembre 2014

Dati Audiweb mobile in Italia

Dati Audiweb – marzo 2015

Se un numero sempre maggiore di utenti utilizza quotidianamente e abitualmente i dispositivi mobile per navigare in Internet e utilizzare servizi web via App mobile, si spiega da sé la necessità di rendere una pagina web il più fruibile possibile, con un occhio a Googlebot e l’altro alla User Experience!

Conclusioni

Passare a un sito/tema responsive è il primo passo per essere mobile-friendly, ma abbiamo anche capito che non basta. Il consiglio è controllare attraverso il Test di compatibilità lo stato delle nostre pagine e usare i Google Webmster Tools (Traffico di ricerca –> Usabilità sui dispositivi) per mettere in evidenza le debolezze del nostro sito e porvi rimedio, preferibilmente entro i 21 aprile!

Ok, mi metto a lavoro! 😉

 

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)