Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
3
LinkedIn dalla A alla Z: tutto quello che devi sapere

LinkedIn ha raggiunto i 364 milioni di utenti, confermandosi il social network professionale più importante al mondo. Lo dimostra anche il fatto che il 62% dei ricavi del primo trimestre del 2015 (circa 396 milioni di dollari) proviene dalle Talent Solution, le funzioni dedicate a chi cerca e offre lavoro.

In Italia più di 7 milioni di utenti registrati usano LinkedIn per presentare se stessi, le proprie competenze ed esperienze professionali, offrire servizi e connettersi con persone nello stesso settore di attività, cercare lavoro.

Aziende in tutto il mondo usano LinkedIn per creare community, vendere prodotti e servizi, cercare talenti.

Dalla A alla Z, tutto su LinkedIn per il Personal Branding e per le Aziende.

Profilo personale

  1. Pagina del profilo. Nel mio profilo LinkedIn descrivo chi sono, di cosa mi occupo, riassumo le mie esperienze professionali e documento le mie competenze. E’ importantissimo verificare di aver usato le giuste parole chiave in tutti i campi che compongono il profilo per essere certi di emergere nelle ricerche di altri utenti. Potresti seguire il metodo che ho descritto nel post Profilo LinkedIn: come usare le giuste parole chiave.
  2. Foto profilo e Descrizione breve. Nei risultati delle ricerche, negli aggiornamenti che pubblico, nell’elenco degli iscritti a un gruppo, nell’elenco dei “profili simili”… ovunque compaia il mio nome, ci sono anche la foto e la descrizione breve. Se vuoi alcuni suggerimenti per la foto profilo, leggi Usare al meglio LinkedIn: la foto-profilo.
  3. Contatti. Nella sezione Informazioni di contatto del mio profilo posso indicare una mail di contatto, un account di messaggistica (es. Skype) e gli indirizzi web del sito personale o aziendale.
  4. Contenuti esterni. Nel Riepilogo e in ciascuna Esperienza lavorativa posso incorporare contenuti esterni a LinkedIn, come Slideshare, WordPress e YouTube, incollando il loro indirizzo web.
  5. Competenze. Ho a disposizione fino a 50 competenze che potranno essere confermate dai miei contatti con un semplice click. Altre informazioni le trovi in Novità da LinkedIn: la Conferma delle Competenze.
  6. Raccomandazioni. Una Raccomandazione è un breve testo nel quale altre persone documentano un’esperienza positiva di collaborazione con me. Chi scrive “ci mette la faccia” e la sua testimonianza ha un effetto positivo nel rafforzare la mia reputazione molto maggiore della semplice conferma di Competenze (qui sopra).
  7. Attività Broadcast. Consiste nella pubblicazione nella home page dei miei contatti delle azioni che compio all’interno di LinkedIn, tra cui: l’iscrizione a un gruppo, i commenti e i consigli su aggiornamenti altrui, i cambiamenti del profilo e le nuove connessioni. Posso disabilitarlo nelle Impostazioni personali.
  8. Statistiche del profilo. Utile per capire il traffico che riesco a generare sul mio profilo e per scoprire i profili dei visitatori. Con un account a pagamento ho altri elementi di analisi, quali la professione, l’azienda di appartenenza e la città di residenza.
  9. Impostazioni del profilo pubblico. Il mio profilo LinkedIn è una pagina pubblica su Internet e posso decidere quali sezioni del profilo rendere pubbliche oppure tenere riservate e visibili solo all’interno di LinkedIn. Posso modificare l’URL del mio profilo pubblico e inserirlo nella firma delle mail.
  10. Privacy e Impostazioni. Con queste funzioni regolo il livello di riservatezza per quanto riguarda le informazioni e le attività personali, le notifiche e i messaggi provenienti da altre persone, connessioni o meno, e configuro la visibilità del mio profilo quando visito i profili altrui.

LinkedIn per le Aziende

  1. Pagina Azienda. Nella Pagina Mimulus descrivo in breve l’azienda, pubblico aggiornamenti a nome Mimulus e raccolgo persone interessate ai nostri servizi.
  2. Pagina Vetrina. Sostituisce la vecchia funzione Prodotti e Servizi ed è molto simile alla Pagina Azienda. Nella Pagina DigitalFriday descrivo la formazione dei Digital Friday di Mimulus, pubblico aggiornamenti sui temi della formazione e raccolgo un pubblico interessato a questi argomenti. Trovi altre informazioni sulla pagina vetrina in LinkedIn e la pagina Vetrina.
  3. Follower. Sono utenti LinkedIn che hanno cliccato il bottone giallo sulla mia Pagina Azienda (o della mia Pagina Vetrina) e hanno deciso di seguire gli aggiornamenti della Pagina. Questi sono visibili nel feed della loro home page.
  4. Statistiche di traffico. Disponibili sia per la Pagina Azienda che per la pagina Vetrina, mi servono per capire il traffico generato, la demografia dei follower e la demografia dei visitatori delle mie pagine.
  5. Inserzioni. Posso promuovere a pagamento il mio profilo personale, la pagina Mimulus, la pagina vetrina Digital Friday, il sito Mimulus e il sito Digital Friday, contenuti interni pubblicati sulle pagine oppure contenuti interni creati ad hoc (LinkedIn e i contenuti sponsorizzati diretti).
  6. Offerte di lavoro. Se avessi necessità di trovare professionisti da assumere o per una collaborazione potrei attivare un’offerta di lavoro e ricevere le candidature direttamente sulla piattaforma. Per scoprire come, leggi Come pubblicare un’offerta di lavoro su LinkedIn.

Rete e Connessioni

  1. Connessioni. Sono gli utenti LinkedIn che mi hanno invitato o che io ho invitato a collegarsi (e che hanno accettato). I miei aggiornamenti saranno visibili sulla loro home page e viceversa. Io ho deciso di costruire una rete di contatti basata sull’ampiezza, ma tu potresti decidere di puntare a una rete di connessioni più focalizzata sulla qualità dei rapporti con i tuoi contatti: per saperne di più potresti leggere La rete di Contatti su LinkedIn: ampiezza e qualità.
  2. Rete. La mia Rete LinkedIn è composta da tutte le persone con le quali sono in connessione diretta (1° grado), le loro connessioni dirette (ovvero gli “amici degli amici”, per me un 2° grado), le loro connessioni di grado 2 (ovvero gli “amici degli amici degli amici”, per me un 3° grado) e le persone che appartengono ai miei stessi gruppi. In base alla “distanza” di connessione ho a disposizione metodi differenti per entrare in contatto.
  3. Contatti. La Gestione Contatti mi permette di gestire le connessioni con l’inserimento di alcune informazioni aggiuntive come numeri di telefono e indirizzi e, per gli account a pagamento, note e promemoria. Questi dati aggiuntivi sono visibili solo a me.
  4. Tag. Classificare i contatti con parole chiave mi è utile per capire la mia Rete e tenere traccia di azioni commerciali e di prospecting. Ne ho scritto in dettaglio nel post I TAG LinkedIn per la Lead Generation.
  5. Messaggi. Con la funzione di messaggistica interna mantengo rapporti diretti con i miei contatti e all’interno dei Gruppi di discussione. Grazie ai Tag è più semplice inviare un messaggio a gruppi di contatti selezionati, fino a un massimo di 50 connessioni (attenzione alla spunta CCN sopra il pulsante di Invio).
  6. Ricerca e Ricerca avanzata. Sfruttando i tanti filtri disponibili per affinare i risultati delle ricerche posso individuare i profili giusti (da un punto di vista commerciale), salvarli e trovare la strada migliore per entrare in contatto con loro. In questo momento ho 4 ricerche salvate sulle quali LinkedIn mi aggiorna circa ogni settimana in caso trovi altri profili coerenti con i filtri che ho impostato.
  7. Profili salvati. Gli account a pagamento possono salvare tra i propri Contatti i profili interessanti, per successive azioni di prospecting. Anche questi possono essere classificati con i Tag.
  8. InMail. E’ un servizio a pagamento che mi permette di inviare un messaggio a un utente LinkedIn con il quale non sono connesso. Ne ho scritto in Tutto sui messaggi InMail di LinkedIn.

Aggiornamenti e discussioni

  1. Aggiornamenti. Sul mio Profilo Personale, sulla Pagina Azienda Mimulus, sulla Pagina Vetrina Digital Friday pubblico quasi ogni giorno aggiornamenti di stato sugli argomenti di cui mi interesso per lavoro. Condivido link di articoli pubblicati sul blog Mimulus e altri articoli che trovo interessanti. Le persone che li ricevono nella loro home page possono consigliarli, commentarli o ricondividerli. Queste azioni rafforzano la mia reputazione all’interno di LinkedIn e tra le mie connessioni.
  2. Gruppi di discussione. Raccolgono persone che condividono interessi professionali, operano nello stesso settore di mercato o fanno lo stesso mestiere. Attraverso la pubblicazione dei miei articoli in alcuni Gruppi consolido la mia reputazione, porto traffico al sito Mimulus e creo nuove connessioni. Alcuni suggerimenti su questo tema sono in Gruppi LinkedIn: come scegliere quelli giusti e come usarli.
  3. LinkedIn Pulse. Raccoglie persone influenti nel mondo che pubblicano articoli su varie tematiche, Economia, Tecnologia, Ambiente e Sostenibilità e tante altre. Sono in genere articoli molto interessanti e di spessore, utili ad essere ricondivisi dentro e fuori LinkedIn.
  4. LinkedIn Editore. Questa funzione consente a tutti gli utenti di LinkedIn di pubblicare articoli e sfruttare i meccanismi di notifica e diffusione propri di LinkedIn per raggiungere un pubblico molto vasto. Nel momento in cui decidi di investire in maniera importante sulla tua reputazione personale, questa è una opportunità che dovresti considerare.

Conclusioni

Ormai dubbi sul fatto che LinkedIn è IL social network di riferimento in ambito business non dovrebbero più esserci. Se però hai ancora qualche perplessità ti consiglio di leggere:

Hai già un profilo LinkedIn ma vuoi capire come promuovere te stesso in modo efficace e utilizzare i gruppi per le relazioni con professionisti come te e con potenziali clienti? Vuoi scoprire le migliori opportunità lavorative, renderti più visibile e interessante per le aziende? Gestisci la pagina della tua azienda e vuoi imparare come utilizzarla nel modo migliore, anche attraverso le inserzioni?

Iscriviti a una delle mie prossime lezioni su LinkedIn Personal Branding e LinkedIn Business: tutti questi argomenti saranno descritti in dettaglio e messi in pratica in tempo reale.

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Comments 3

  1. Marianna De Napoli

    Buonasera,
    ho una domanda per le pagine aziendali: sulla destra in basso c’è il box “Altre aziende consultate” con i loghi linkabili di alcune aziende: come vengono generati? dalla cronologia di chi visita la pagina di quell’azienda oppure Linkedin lo fa automaticamente in base alle affinità fra le aziende?
    Vorrei infatti che una di queste “altre aziende” che compare su una pagina che ho contribuito a creare non si vedesse.
    La ringrazio molto,
    Cordiali Saluti.

    Rispondi
    • @Marianna De Napoli

      Ciao Marianna, l’elenco “Altre aziende consultate” viene predisposto in automatico da Linkedin in base ad affinità e alla storia delle precedenti visite delle persone che hanno visitato quella pagina aziendale. Non puoi intervenire in alcun modo.
      Ciao
      Roberto

      Rispondi

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)