Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
Scrivere spesso per imparare a scrivere meglio

Nel 2005 ho aperto un blog personale con l’obiettivo di avere una presenza online. Il web che conosciamo oggi allora non esisteva e un blog era l’unico modo per dire “ci sono anch’io”. Mi dissi che, alla peggio, avrei imparato a scrivere. Non sono diventato, né volevo, uno scrittore, ma se ti facessi vedere i miei primi post… 🙂

Ho tantissimo da imparare (per fortuna ho anche tanto tempo per farlo!) e cerco di non perdere occasione per migliorare qualcosa, pur sapendo che non sarà mai il mio mestiere. Anche per questo motivo organizzo i Digital Friday sulla Scrittura e sul Web Writing.

A fine gennaio sono stato al C-Come 2016 organizzato da Pennamontata, agenzia della nostra amica nonché docente nei corsi Scrivere per il web e per i social e Storytelling: soft marketing con testi e immaginiValentina Falcinelli.

Ho portato a casa decine e decine di spunti tra cui il più importante è riassunto in questa foto:

Carrada 10punti - Mimulus

Luisa Carrada al C-Come 2016

Per mestiere non scrivo articoli, saggi brevi o lunghi, o biografie… però scrivo tutti i giorni: dalle mail alle offerte, dai social post alle newsletter fino ai post come questo; scrivo molti documenti per clienti: documenti di assessment, di strategia, di avanzamento e presentazioni per i miei corsi.

Trovo che la stessa cura che uno scrittore mette in un suo saggio breve o un giornalista in un suo articolo, debba essere messa anche nei lavori che consegno ai miei clienti, nelle mail che scrivo e alle quali rispondo.

Soprattutto quelle mail nelle quali al tono fastidioso del mittente devo rispondere in maniera pacata e circostanziata (ad alcune non rispondo proprio perché l’unico linguaggio pacato si riduce a una sola parola).

Ho imparato l’uso della d-eufonica, a cercare i doppi spazi, l’uso di apostrofi e accenti in da, dà, da’ ma ho ancora qualche difficoltà con le virgole… Ecco dove vado ogni tanto a rinfrescare le buone pratiche.

Risorse imperdibili

Le risorse da non lasciarsi sfuggire sono:

Ogni loro articolo va letto, riletto, stampato, sottolineato…

Risorse da leggere e tenere come riferimento

  • Minuti scritti di Annamaria Testa
  • Le parole sono importanti di Alessandro Zaltron
  • Business Writing di Alessandro Lucchini
  • Il mestiere di scrivere e Lavoro dunque scrivo! di Luisa Carrada
  • La parola immaginata. Teoria, tecnica e pratica del lavoro di copywriter di Annamaria Testa
  • On Writing di Stephen King, in libreria per Fassinelli.
  • Il libro di stile di Internazionale
  • un elenco di guide di stile proposto da Luisa Carrada.

Risorse per aumentare il lessico

A quanto pare sia tu che io usiamo mediamente 400 parole, ovvero abbiamo un lessico molto limitato! Oltre a leggere, cosa che avremmo dovuto fare fin da piccoli, possiamo:

  • iscriverci al sito Una parola al giorno …che permette di ricevere quotidianamente nuovi vocaboli, noti e meno noti, spiegati e commentati
  • acquistare e scaricare l’app per iOS Parola del giorno che propone un nuovo termine al giorno oppure l’analoga per Android
  • scaricare La Parola del giorno Zanichelli (iOS e Windows Phone) con una pillola lessicale al giorno
  • Sinonimi Treccani per iOS.

Risorse per risolvere i dubbi

  • il sito dell’Accademia della Crusca ha una sezione di Consulenza linguistica in cui si trova risposta a dilemmi come “si può usare unenne, duenne, treenne riferito a un bambino di uno, due o tre anni?
  • Come cavolo si dice? app per iOS sui dubbi grammaticali della lingua italiana
  • La grammatica italiana di Treccani per iOS divertente gioco a quiz per imparare la lingua italiana
  • La lingua batte podcast di Radio3 con quasi 300 puntate
  • il Dizionario italiano multimediale e multilingue d’Ortografia e Pronunzia di Rai, nel quale risolvere l’annoso (mio) problema – si pronunZia archètipo o archetìpo?

Ultimo spunto

Kurt Vonnegut, i consigli per scrivere racconti e scrivere con stile

Conclusioni

Le conclusioni sono molto semplici: se vuoi imparare a scrivere, leggi, leggi, leggi ma soprattutto scrivi, scrivi, scrivi cercando di curare anche il singolo tweet e la mail che vorresti tirar via perché hai fretta o ti ha innervosito.

E poi non mancare al corso qui sotto 🙂 15 aprile a Bologna con Valentina Falcinelli.

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)