Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
0
WordPress, i migliori plugin

Usiamo WordPress da quando abbiamo messo online il primo sito web di Mimulus, più di otto anni fa. In questo tempo WordPress si è evoluto e insieme a lui tutto l’ecosistema di plugin, temi e accessori vari è cresciuto fino a diventare un mercato interessante per tanti developer e web designer.

Da allora abbiamo realizzato vari siti per clienti, sempre rigorosamente su WordPress; a volte anche recuperando precedenti situazioni basate su altri CMS. In questi anni ci siamo affezionati ad alcuni plugin, ecco i migliori.

Plugin WordPress per i contenuti

Questi sono plugin che aiutano a gestire contenuti e funzionalità per l’utente del sito e per i motori di ricerca, dalla SEO ai Social.

WordPress SEO by Yoast è il plugin migliore per ottimizzare articoli e pagine del sito WordPress. Permette di definire lo schema standard del SEO Title, di modificare in modo massivo Title e Description e di generare la sitemap escludendo tipi di contenuto o singoli contenuti.
In alternativa si può usare All In One SEO Pack (per l’ottimizzazione SEO) e Google XML Sitemaps (per la generazione della sitemap).

Per la gestione dei link, usiamo Broken Link Checker: il plugin scansiona ogni X ore i contenuti del sito, segue tutti i link che trova e segnala quelli rotti, cioè quelli che non portano più da nessuna parte. Molto utile se nel tuo sito è attivo un blog da qualche anno: nel tempo i contenuti che hai linkato negli articoli potrebbero essere non più raggiungibili. Su questo sito sono presenti più di 3.100 link esterni e una certa percentuale sono rotti (e dovremmo correggerli).

Utilissimo il plugin Scroll Triggered Box per creare i box a comparsa per l’iscrizione alla newsletter oppure il download di un pdf.  Il plugin è molto completo e semplice da usare: puoi personalizzare la posizione del box, la direzione di ingresso nella pagina, il tempo di permanenza prima di scomparire in automatico, le pagine sulle quali non dovrà essere mostrato e tanto altro.

Non può mancare il plugin per la condivisione sui Social Network! Il nostro preferito è Ultimate Social Deux, completo e flessibile, con la possibilità di abilitare molti social network e scegliere tra un buon numero di stili grafici.

In molti casi ci è tornato utile Clone Posts. Se, per esempio, il tema che hai scelto per il tuo sito prevede l’utilizzo di shortcode, può essere utile creare una pagina e ottenere le altre clonando la prima.

In questo sito le pagine dei servizi hanno la stessa struttura: fatta la prima, abbiamo clonato e modificato i testi per ottenere le altre. Il plugin è alla versione 1.0 e non viene aggiornato da due anni: alla prossima necessità ne cercheremo un altro.

Plugin Wordpress tecnici

In questo ambito raggruppo plugin che aiutano nel gestire gli aspetti tecnici di un sito web, dalla velocità di caricamento, alla sicurezza e alla gestione del database. Sono tutti plugin semplici da configurare anche se è meglio avere un po’ di conoscenze tecniche per evitare di fare danni.

Per la gestione della cache, e quindi il miglioramento delle prestazioni del sito, usiamo di solito W3 Total Cache: il suo mestiere è creare una copia di tutte le pagine del sito, già sviluppate in formato HTML, per velocizzare il caricamento dal server.

In questo modo la navigazione dell’utente sarà più snella perché quando al click dell’utente viene chiamata una determinata pagina, il server non ha necessità di “chiedere” a WordPress di leggere dal DB il contenuto della pagina, ma se lo trova già pronto con tutte le informazioni di stile applicate. E’ un bel vantaggio! In alternativa puoi guardare WP Super Cache.

Per la protezione da accessi indesiderati e per la sicurezza in generale del sito usiamo Wordfence Security. Questo plugin, tra le altre funzioni, esegue periodicamente una scansione dei file sorgente del sito per identificare modifiche che potrebbero derivare da accessi non autorizzati al server.

Per quanto riguarda la protezione dell’ambiente di amministrazione del sito, consente di indicare gli IP bloccati, di ricevere notifiche ad ogni accesso di utenti con i permessi di amministratore, di notificare ogni tentativo bloccato di accesso come amministratore, e altro.

Se per esempio l’utente amministratore del sito è il classico utente “admin”, con il plugin attivato ti arriveranno ogni giorno svariate mail del tipo: “bloccato accesso utente admin da IP….” (suggerimento: cancella l’utente che si chiama admin e crea un amministratore con un nome strano, diverso dal tuo account di mail).

Capita di dover fare modifiche importanti al sito e di aver bisogno di qualche mezz’ora, oppure capita di essere incappati in qualche problema tecnico e avere il sito un po’ sghimbescioWP Maintenance Mode consente con un solo flag di mettere il sito in modalità manutenzione: chi arriva sul sito vedrà una pagina, personalizzata a dovere, che lo informa della situazione.

Che dire di Simple 301 Redirects per la gestione dei reindirizzamenti di pagine del sito che, non gestite, darebbero un errore 404? Quando due anni fa abbiamo rivisto categorie e tag del sito, questo plugin è stato utilissimo per governare il passaggio da vecchie URL a nuove URL.

Conclusioni

Tanti altri sarebbero i plugin di cui parlare, e lo faremo al prossimo Digital Friday WordPress! Tra questi ci sarebbe anche Advanced Custom Fields, il plugin che ci ha risolto tante e tante situazioni interessanti nelle quali era necessario ottenere un funzionamento del sito non previsto nel tema.

Oppure ancora DB Participants…. ma ne parleremo al corso! 🙂

Share on Pinterest
Invia a un amico










Inviare

#hobisognodiuncorso!

Corsi di formazione sui Social Network.

Scrivi un commento

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)