Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
Scritto da
0
Leggi il post
Come le aziende usano le Instagram Stories

Come le aziende usano le Instagram Stories

Nata come applicazione esclusivamente per iOs, Instagram deve il suo successo alla modernissima idea dei giovani creatori Kevin Systrom e Mike Krieger.

Nel 2010, i ragazzi hanno lanciato sul mercato il primo social network che permetteva agli utenti di scattare foto, applicarvi filtri e condividerle istantaneamente in rete; fu proprio questo il segreto del successo di Instagram: mentre Facebook era la piattaforma delle condivisioni, dello scambio di idee, dei commenti e poi delle foto, il nuovo social permetteva in brevissimo tempo di scattare, modificare e pubblicare belle immagini online. Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
PCU: Pathological Computer Use

PCU: Pathological Computer Use

È una branca dell’Internet Addiction Disorder, anche se alcuni studiosi la PCU la considerano l’equivalente stesso della IAD. In ogni caso è anch’essa una dipendenza, strettamente associata all’uso complessivo e specifico del computernon necessariamente legata all’essere online.

Si tratta di un disturbo compulsivo-impulsivo che comprende almeno tre sottocategorie: videogaming eccessivo, ossessione cyber-sessuale e text-messaging compulsivo. Capiamone di più. Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
IAD: Internet Addiction Disorder

IAD: Internet Addiction Disorder

Pensavate di esservi liberati dei miei ansiosi articoli, vero? Vi ho lasciato un po’ di tempo per riprendere fiato, ma adesso è ora di ripartire alla grande con le nostre patologie sconosciute.

Questa volta, protagonista del nostro articolo sarà l’unica malattia riconosciuta e inserita nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5): la IAD, Internet Addiction Disorder (“Disturbo della dipendenza da Internet”).

Classificata come un disturbo del controllo degli impulsi, la IAD comprende diverse forme e sottocategorie minori, che spaziano dalla dipendenza da social network, al gioco d’azzardo fino alla pornografia e allo shopping compulsivo online. Scopriamo di cosa si tratta. Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
FoMo: the Fear of Missing out

FoMo: the Fear of Missing out

La settimana scorsa abbiamo scoperto che un’epidemia di Nomofobia ci ha colpito, tutti. Oggi, protagonista del nostro articolo, sarà un’altra paura dei nostri tempi: the Fear of Missing out (FoMo), identificata dal sociologo sperimentale Andrew Przybylski più di dieci anni fa.

Il Cambridge Dictionary la definisce come la “preoccupazione causata dalla paura di perdersi eventi entusiasmanti che altre persone stanno vivendo, alimentata soprattutto dalle loro condivisioni sui social media”.

Il sito del Dr. Przybylski descrive la FoMo come “la forza che guida l’utilizzo dei social media”. Perché?

Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
Nomofobia: la paura di rimanere senza cellulare

Nomofobia: la paura di rimanere senza cellulare

Sono nata nel 1995 ed esattamente 12 anni dopo mi hanno regalato il mio primo cellulare, l’imbattibile Nokia 3410. Adesso ho 22 anni, quindi in pratica soffro di Nomofobia da almeno 8 anni. Perciò se leggendo inizierete a credere di averla anche voi, non preoccupatevi: siamo in tanti!

Italianizzazione della parola inglese “Nomophobia”, la no-mobile-phone phobia è la paura di rimanere senza cellulare, batteria, credito o copertura di rete. Capiamone di più.

Continua a leggere →