Your Web Therapy - Curiosità. Passione. Divertimento. - Con questi ingredienti lavoriamo su Organizzazione, Contenuti e Tecnologie. RSS
Scritto da
0
Leggi il post
PCU: Pathological Computer Use

PCU: Pathological Computer Use

È una branca dell’Internet Addiction Disorder, anche se alcuni studiosi la PCU la considerano l’equivalente stesso della IAD. In ogni caso è anch’essa una dipendenza, strettamente associata all’uso complessivo e specifico del computernon necessariamente legata all’essere online.

Si tratta di un disturbo compulsivo-impulsivo che comprende almeno tre sottocategorie: videogaming eccessivo, ossessione cyber-sessuale e text-messaging compulsivo. Capiamone di più. Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
IAD: Internet Addiction Disorder

IAD: Internet Addiction Disorder

Pensavate di esservi liberati dei miei ansiosi articoli, vero? Vi ho lasciato un po’ di tempo per riprendere fiato, ma adesso è ora di ripartire alla grande con le nostre patologie sconosciute.

Questa volta, protagonista del nostro articolo sarà l’unica malattia riconosciuta e inserita nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5): la IAD, Internet Addiction Disorder (“Disturbo della dipendenza da Internet”).

Classificata come un disturbo del controllo degli impulsi, la IAD comprende diverse forme e sottocategorie minori, che spaziano dalla dipendenza da social network, al gioco d’azzardo fino alla pornografia e allo shopping compulsivo online. Scopriamo di cosa si tratta. Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
Nomofobia: la paura di rimanere senza cellulare

Nomofobia: la paura di rimanere senza cellulare

Sono nata nel 1995 ed esattamente 12 anni dopo mi hanno regalato il mio primo cellulare, l’imbattibile Nokia 3410. Adesso ho 22 anni, quindi in pratica soffro di Nomofobia da almeno 8 anni. Perciò se leggendo inizierete a credere di averla anche voi, non preoccupatevi: siamo in tanti!

Italianizzazione della parola inglese “Nomophobia”, la no-mobile-phone phobia è la paura di rimanere senza cellulare, batteria, credito o copertura di rete. Capiamone di più.

Continua a leggere →

Scritto da
0
Leggi il post
Il calcio inglese e i social network

Il calcio inglese e i social network

L’avvento dei social network e della possibilità di essere connessi in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo ha cambiato le dinamiche di interazione tra il tifoso e la sua squadra del cuore.

Attraverso varie piattaforme è possibile seguire, condividere e commentare qualsiasi contenuto pubblicato, ma anche capire lo stato di salute di un team. Basta guardare i numeri. No, non solo quelli della classifica e della schedina, ma anche quelli delle pagine ufficiali degli account social.

Continua a leggere →

Scritto da
1
Leggi il post
Content Marketing: 17 cose da fare per avere risultati

Content Marketing: 17 cose da fare per avere risultati

Social network e Content marketing, ovvero relazioni e contenuti: scriviamo post sui nostri blog e li condividiamo nei principali social network per ottenere attenzione e considerazione, per generare nuove relazioni, per elevare la nostra posizione di “esperti” e per generare lead. Si stima che ogni minuto gli utenti WordPress pubblicano 347 post, gli utenti Facebook 684.478 condivisioni e gli utenti Instagram 3.600 nuove foto (altri numeri della conversazione globale sono in questa infografica di Domo).

In questo contesto non è immediato che un nostro post raggiunga un numero di letture e di condivisioni soddisfacente in relazione ai nostri obiettivi e alle nostre aspettative: occorre tempo, costanza, un po’ di fortuna ma soprattutto… metodo.

Continua a leggere →

Iscriviti alla Newsletter Mimulus!

E' il modo più efficace e veloce di ricevere i nostri ultimi articoli, direttamente nella tua casella di posta elettronica!
OK, mi iscrivo subito! :)